Hosting provider per WordPress: Hualma

hosting provider per WordPress

Se già mi conosci e hai letto uno dei miei articoli più visitati, in cui parlo della mia esperienza con gli hosting provider per WordPress, già saprai che sono molto diffidente verso chi sostiene che il tale servizio X o Y sia il miglior hosting per WordPress di tutti i tempi.

Semplicemente, le variabili sono troppe.

Esiste però una cosa importantissima da capire, ovvero che i fattori da considerare, nella scelta dell’hosting provider più adatto ai propri scopi, sono tanti.

Il budget, l’esperienza e le skills degli utenti, gli obiettivi, il numero di visite mensili, e tutta una serie di fattori non necessariamente tecnici che rendono un servizio adatto o no ad ogni particolare cliente.

Nello specifico, oggi voglio parlare di Hualma, un hosting provider abbastanza giovane, nato a Febbraio del 2018, che mi è stato segnalato recentemente.

In realtà, Hualma è una società di Wirlab Srl, un’azienda consolidata, da tempo presente nel marcato, con oltre 10 anni di attività e specializzata in servizi in “outsourcing” per Operatori TLC & WISP.

hosting provider per WordPress

Ma andiamo al sodo.

Quello che mi ha incuriosito di questo hosting provider per WordPress, è indubbiamente il costo.

Ultimamente sto facendo molti corsi di formazione a persone che iniziano completamente da zero e, quasi sempre, si presenta l’eterno dilemma relativo a quale servizio di hosting scegliere.

Gli hosting provider con supporto tecnico in italiano, molto economici, spesso sono carenti su molti punti. Magari sono anche molto organizzati e conosciuti, ma molto spesso danno pochi servizi, il che rende l’hosting difficile da gestire.

Gli hosting provider più performanti e con più servizi, d’altro canto, costano di più, e spesso le persone non sono disposte a spendendo da subito cifre che possono anche superare i 100,00€ all’anno, specialmente se vogliono realizzare un blog personale e sono all’inizio della loro avventura nel settore del web.

Quindi, devo dire la verità, all’inizio ero titubante.

1€ al mese è veramente poco, è il costo di un caffè.

Com’è possibile dare un servizio anche solo decente a questo prezzo?

Ebbene, devo dire che sono rimasto estremamente sorpreso da Hualma, in positivo.

Per prima cosa, nella semplicità di utilizzo.

Non appena si apre l’account, tutte le indicazioni su come accedere al pannello di controllo arrivano via email. E questo lo fanno tutti.

In questo caso, però, tutto viene descritto in modo chiaro e dettagliato e, in più, viene creata immediatamente un istanza di WordPress.

Ora, come potrai anche vedere nei miei articoli su come installare wordpress manualmente e sulla sicurezza in wordpress, io sono molto fissato con la procedura di installazione e, generalmente, diffido delle installazioni automatiche, perché non sempre queste procedure configurano il file wp-config.php in modo opportuno.

Quindi, la prima cosa che ho fatto, è stata quella di andare a controllare il file di configurazione.

Devo dire che, anche in questo caso, sono rimasto molto soddisfatto. Vengono rispettati i criteri fondamentali per una corretta installazione di WP. In particolare, i due più importanti che riguardano il prefisso delle tabelle e l’impostazione delle salt keys.

E quindi, oltre al costo molto basso, ecco il secondo punto di forza di questo hosting provider per WordPress: non ti devi neanche preoccupare dell’installazione iniziale del software, e puoi stare sicuro che l’installazione venga fatta correttamente.

La prova del nove

Per testare le prestazioni e l’usabilità, non ho voluto fare la prova più scontata, ovvero di mantenere la versione installata automaticamente, installare un nuovo tema, caricare una demo, e vedere come si comportava il sito.

Era troppo facile.

Ho voluto fare una prova più “stressante”.

Da un po’ di tempo, sul sito di un mio cliente, ospitato su un hosting provider internazionale molto famoso (di cui non farò il nome), sto avendo un po’ di problemi.

Il certificato SSL non viene dato gratuitamente.

Il sito è sufficientemente veloce in frontend (il che però è dovuto soprattutto all’ottimizzazione che ho fatto, con un plugin per il caching e l’installazione di una CDN), ma in backend è lentissimo. A volte non ci si può lavorare.

Quindi ho voluto fare una specie di “prova del nove”.

Ho migrato il sito completo, portandolo dal “vecchio” hosting provider, che non nomino, a Hualma.

Si, lo so, è una cosa terribile. Fa pensare a quando a scuola interrogavano prima il tuo compagno di banco e, se lui non sapeva la risposta, chiedevano a te.

E tu pensavi: “ma se non lo sa lui, perché lo dovrei sapere io?”.

Tuttavia, in questo caso, la prova è stata superata senza problemi.

Una volta migrato su Hualma, il sito funzionava perfettamente!

Non mi sono messo a cercare tutte le ragioni e ricercare tutte le differenze nelle due configurazioni dei server. Mi basta dire che il supporto tecnico del “vecchio” hosting provider (quello precedente, che non voglio nominare) non mi riusciva a dare una soluzione e secondo loro andava tutto bene, non c’erano errori. Secondo loro.

Tuttavia, con lo stesso tema, gli stessi plugin, nessuna differenza di configurazioni se non il nome del dominio presente nel DB, in Hualma, il sito andava alla grande.

Qui sotto potrai trovare uno screenshot dei risultati di GTMETRIX.

Punti di attenzione

Accesso FTP

In Hualma, l’accesso allo spazio di hosting, via FTP, non è disponibile da subito, ma può essere richiesto aprendo un ticket al supporto tecnico, indicando il proprio indirizzo IP.

Da un lato, questa è una garanzia in più per quando riguarda la sicurezza del server.

Dall’altro, può essere un po’ scomodo dover aspettare che il supporto ti dia accesso al sito se hai un’urgenza. Tuttavia anche questo piccolo inconveniente può essere completamente sopperito, perché c’è un ottimo file manager, accessibile tramite pannello PLESK, che permette di fare download e upload dei file, comprimere intere cartelle e accedere direttamente ai file PHP tramite un editor integrato nel pannello stesso.

Certificato SSL

Hualma fornisce un certificato SSL gratuito. Anche questo non è scontato, non lo fanno tutti gli hosting provider.

L’unico piccolo punto di attenzione, in questo caso, è che il certificato non viene installato automaticamente, quindi ai primi accessi al sito WP potreste ricevere il classico messaggio “Privacy Error” da parte del browser.

Anche in questo caso, è tutto ampiamente risolvibile.

Basterà andare nel pannello di controllo (PLESK) e attivare il certificato gratuito chiamato “Let’s Encrypt”: l’installazione è molto semplice e, una volta completata ed effettuate le dovute configurazioni sul sito WordPress, permette di accedere al sito web attraverso il protocollo HTTPS, in estrema sicurezza.

Conclusioni su questo Hosting Provider per WordPress

Le caratteristiche e i punti di forza fondamentali di questo hosting (convenienza economica e semplicità di installazione e utilizzo), rendono Hualma perfetto per chiunque sia alle prime armi.

Tuttavia, il pannello PLESK, l’area cliente con l’accesso semplice a tutti i servizi principali, il phpAdmin e la presenza di tutti i servizi che permettono di gestire e configurare il proprio spazio di hosting in modo autonomo, lo rendono molto adatto anche per utenti avanzati.

Decisamente consigliato.

Per qualsiasi domanda, approfondimento o richiesta di assistenza in merito ai contenuti di questo articolo, lascia un commento qui sotto oppure scrivimi attraverso il form presente nella pagina contatti.

Inoltre, se ti è piaciuto questo articolo, ti invito a condividerlo sulla tua bacheca o inviarlo a chiunque pensi che possa trarne beneficio!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *